Esclusivo!

Promo
Notizie > Lettura articolo > Bufale sul Web

“WhatsApp a pagamento dal 13 gennaio 2018”, ma è una bufala.

10/01/2018

“WhatsApp  diventerà a pagamento dal 13 gennaio”, ecco la prima nuova bufala del 2018 diventata subito virale su WhatsApp, l’app di messaggistica istantanea più usata dagli italiani.
 
Il nuovo allarme, partito il 6 gennaio, si è diffuso rapidamente nella maggior parte dei gruppi e nelle conversazioni private usando la solita catena di Sant’Antonio.
 
Riportiamo di seguito il testo integrale della fake news, ovviamente scritto in un italiano scorretto: 
“AVVISO IMPORTANTE A TUTTI GLI UTENTI WHATSAPP
Dopo la nuova vendita del servizio finora gratuito offerto da whatsapp, il nuovo direttore Yong Lin, durante la conferenza a stampa tenuta stamani 03 Gennaio 2018 a Shangai ha annunciato che da sabato mattina 13 Gennaio 2018 whatsapp diventerà a pagamento! Se hai almeno venti contatti manda questo messaggio a loro. Così risulterà che sei un utilizzatore assiduo e il tuo logo diventerà blu e resterà gratuito (ne hanno parlato al tg). 
Whatsapp costerà 0,01€ al messaggio. 
FATE GIRARE”.
 
Il testo del messaggio avverte che il servizio finora gratuito offerto da WhatsApp diventerà a pagamento dal 13 gennaio 2018, a meno che non si condivida il messaggio con altri 20 utenti. Non è la prima volta che si leggono messaggi del genere. Messaggi simili a questo ci saranno arrivati almeno un paio di volte l’anno da quando esiste WhatsApp.
 
 
La bufala che ogni volta preoccupa migliaia di persone, cambia leggermente il testo ma il modello alla base è sempre lo stesso. Quindi state tranquilli, WhatsApp continuerà a rimanere gratuito, non c’è stata nessuna conferenza stampa a Shangai che avrebbe annunciato del servizio a pagamento e, soprattutto, non ha un nuovo presidente, il fantomatico Yong Lin che viene citato nel testo. Il CEO dell’azienda è ancora Jan Koum, uno dei creatori che ha fondato l’applicazione nel 2009, mentre il proprietario resta Mark Zucherberg che ha comprato l’app nel 2014 per 19 miliardi di dollari. E per concludere, nessun telegiornale italiano ha mai dato questa notizia. 
 
Quando si riceve un messaggio del genere, prima di condividerlo con i propri amici, è sempre bene verificare l’autenticità facendo una rapida ricerca su Internet.
 

Segui Notizie Incredibili su Facebook

Condividi la notizia su:

Altre notizie

G-Suite - La migliore alternativa a Microsoft Office di sempre!
CCT2000 CONSIGLIA AI SUOI CLIENTI

G-SUITE BY GOOGLE

L'ECCEZIONALE NUOVO PACCHETTO DI SOFTWARE PER LAVORARE ALLA GRANDE.

SE HAI UNA PICCOLA, MEDIA O GRANDE AZIENDA NON PUOI PERDERE

LA MIGLIORE ALTERNATIVA A MICROSOFT OFFICE.



MI INTERESSA: NE VOGLIO SAPERE DI PIU'
Ciao Ospite (IP:54.227.104.40).
Esegui il login oppure registrati se sei nuovo. Username o Email Password