Esclusivo!

Promo
Sorprese in campo sportivo

L'incredibile vittoria di Steven Bradbury alle Olimpiadi di Salt Lake City 2002

A volte ci sono degli episodi del passato che insegnano come nelle manifestazioni importanti la vittoria scelga il più umile degli outsider. Ci sono atleti che per evitare la vergogna di arrivare ultimi, compiono imprese di cui nemmeno sanno spiegarsi il come e il perché. Una delle vittorie più improbabili della storia capitò ai Giochi Invernali di Salt Lake City nel 2002, quando Steven Bradbury, pattinatore australiano sconosciuto al mondo intero, vinse l’oro grazie a una caduta che coinvolse gli altri quattro finalisti in prossimità dell’ultima curva nella gara dei 1000 metri.

Fu "La medaglia d'oro più inaspettata nella storia", così il Comitato Olimpico Internazionale descrive sul canale YouTube Steven Bradbury,  lo short-track di pattinaggio di velocità che trionfò alle Olimpiadi invernali del 2002 a Salt Lake City. Steven Bradbury, che oggi ha 44 anni, nel corso della sua carriera ha vinto tre medaglie ai campionati mondiali di short track e due alle Olimpiadi, la maggior parte delle quali fra il 1991 e il 1994.

Ma è diventato celebre improvvisamente grazie alla vittoria nella prova dei 1000 metri alle Olimpiadi Invernali di Salt Lake City, nel 2002. Nella lotta per la medaglia d’oro, Bradbury non era tra i favoriti, infatti allo start partì per ultimo.  Fu la prima medaglia d’oro nella storia dell’Australia alle Olimpiadi Invernali e la vinse in una maniera incredibile. Il 16 febbraio di quindici anni fa, l’australiano, vinse la medaglia d’oro nella finale di short track perché tutti i suoi avversari, ormai lontani per essere ripresi, caddero in gruppo all’ultima curva, regalando al pattinatore più lento un sogno e una vita nuova: a pochi metri dal traguardo dei 1000 Bradbury vede il pattinatore coreano Ahn Hyun-Soo innescare un domino di cadute, e superando i tre avversari sdraiati a terra, resta in piedi e taglia il traguardo a mani alzate e  con aria incredula per quell’oro assurdo e insperato. Quella medaglia gli cambiò la vita e lo rese famoso in tutto il mondo.

Come allo stesso modo, è successo ai rivali del Leicester di Raineri nella passata stagione, dove anche contro le previsioni delle migliori piattaforme di betting online, sono caduti via uno per uno: il campione in carica del Chelsea implode; Manchester United e Città yo-yoed; Arsenal e, infine, il Tottenham hanno perso i nervi saldi. A differenza di Bradbury, il Leicester che si è aggiudicato la Premier League nella stagione 2015-2016, non sarà un campione per impostazione predefinita.

G-Suite - La migliore alternativa a Microsoft Office di sempre!
CCT2000 CONSIGLIA AI SUOI CLIENTI

G-SUITE BY GOOGLE

L'ECCEZIONALE NUOVO PACCHETTO DI SOFTWARE PER LAVORARE ALLA GRANDE.

SE HAI UNA PICCOLA, MEDIA O GRANDE AZIENDA NON PUOI PERDERE

LA MIGLIORE ALTERNATIVA A MICROSOFT OFFICE.



MI INTERESSA: NE VOGLIO SAPERE DI PIU'
Ciao Ospite (IP:54.146.11.8).
Esegui il login oppure registrati se sei nuovo. Username o Email Password