Stefano Barbato, lo chef più social del Web, conquista RAI 3

Grande, simpatico, umile, allegro, di una bontà unica, professionale, questi sono alcuni aggettivi che i tanti fan di Stefano Barbato lasciano nei commenti sulla sua pagina Facebook .

Sempre più seguito da migliaia di persone,  grazie alle sue video ricette facili e veloci sul suo canale YouTube, che attualmente conta oltre 325mila iscrittiStefano Barbato43enne di Milano, che fin da bambino ha avuto la passione per la cucina, è il cuoco dalle mille esperienze, che a enunciarle tutte richiederebbe un libro intero.

Da aiuto cuoco in mensa a chef per eccellenza, in molti sono stati conquistati dalla sua estrema bontà e dalla sua simpatia.

“Il mio amore e la passione per la cucina nascono in tenera età, mia madre mi racconta che all’età di 2 anni circa, metteva la sedia vicino ai fornelli e mentre cucinava, mi faceva giocare sotto il suo controllo a fare il cuoco STREGONE”, esprime nella sua biografia lo chef Stefano Barbato.

Stefano, nato a Castellaniza (VA), il 18 agosto 1975, dopo aver frequentato la scuola alberghiera “Carlo Porta”, a Milano, e vari corsi professionali, iniziò la sua vita lavorativa nei piccoli ristoranti, passando poi a lavorare nelle mense aziendali come aiuto chef.  Nel 2010 decise di trasferirsi in Ecuador per realizzare un progetto riguardante una struttura alberghiera eco sostenibile che comprendeva un allevamento di gamberi e delle coltivazioni di piante di cacao e frutta tropicale all’interno della stessa. Tuttavia quelli che dovevano finanziare il progetto a seguito della crisi economica che stava incalzando sempre più anche in Europa, decisero di sospendere l’iniziativa e i relativi finanziamenti. Cosa fare? Barbato, vedendo sfumare la possibilità di realizzare il suo sogno per mancanza di fondi, ormai trasferitosi in Ecuador, decise, dapprima di aiutare la suocera, proprietaria di un ristorante, per poi gestire  insieme alla moglie ecuadoriana, un piccolo ristorante “Ristorante Italiano El Mediterraneo” a  Pedernales,  dove ebbe un enorme successo, anche se con diverse difficoltà che riguardavano la reperibilità dei prodotti di base della gastronomia nostrana, tra cui pasta, olio extravergine d’oliva, vini, liquori, parmigiano Reggiano, ricotta, spezie, mozzarelle, ecc.. Il successo fu così grande che i clienti facevano anche 350 km per mangiare da lui.

Ben presto anche una televisione nazionale dell’Ecuador fu informata del successo del ristorante di Barbato tanto che andò a fare uno speciale sul posto per carpire i segreti delle ricette. La sua popolarità superò anche i confini dell’Ecuador,  e dall’Italia fu intervistato dal sito http://www.voglioviverecosi.com che fece una recensione del suo ristorante.

Dopo essere stato spinto e spronato per anni da amici e parenti che gli scrivevano per avere consigli di ricette semplici della tradizione mediterranea, Barbato scrisse anche un libro di cucina, “CUCINA ITALIANA Amore & Passione”, disponibile su Amazon,  una guida pratica e semplice per preparare manicaretti basati sulla Dieta Mediterranea.

Non ancora soddisfatto, nel 2015 decise di aprire per gioco il suo canale YouTube, dove tutt’ora inserisce le sue video ricette della tradizione italiana, spiegate passo passo, sia in italiano che in spagnolo, raggiungendo quasi 300 mila iscritti in poco tempo.  Inoltre, Stefano  ha voluto creare anche un sito in italiano e uno in spagnolo, per descrivere al meglio le ricette con dosi, difficoltà, tempo di preparazione e cottura, in modo che gli utenti possano avere la scelta di leggere la ricetta o guardarsi la videoricetta: il sito in italiano potete trovarlo qui: http://www.chefstefanobarbato.com/ita/ e quello spagnolo qui: http://www.chefstefanobarbato.com/esp/ .

Ma chi avrebbe immaginato che dopo qualche anno sarebbe diventato lo chef più famoso d’Italia? Forse anche lui stenta ancora a crederci. La sua carriera è iniziata per gioco, perché cucinare non è solo arte, ma è giocare con la fantasia e la creatività, è prendere una materia prima cruda e trasformarla in qualcosa di invitante non solo agli occhi ma anche al corpo e all’anima. “Cucinare è un espressione artistica. Il più grande piacere che possa provare un artista è quello derivante dalle sensazioni che riesce a creare nel prossimo”, afferma Stefano intervistato dal sito Chicercatrova2000.it.

Negli ultimi due anni, grazie alla sua simpatia e professionalità, è stato ingaggiato da diversi  programmi televisivi, tra cui “Il calcio è servito”, il Talk Show dedicato al Calcio di Serie A, B e Campionati Europei, condotto dal Direttore Gaetano Tolomeo, in onda ogni mercoledì  dalle ore 19,00 alle 21,00 in tutta Italia su DGT canale 280Canale Italia 5 e in tutta Europa su Sky canale 897 Star Sat. Inoltre è stato ospite su Rai 1, nel programma “Tempo & denaro”, dalla parte del cittadino consumatore tra attualità e consigli per evitare gli sprechi e risparmiare, condotto da Elisa Isoardi.  Merito della sua simpatia, oltre che della sua bravura,  che ha subito conquistato i telespettatori, Rai3 lo ha voluto come ospite a “Mi manda Rai 3”, lo storico programma di inchieste e denunce condotto ogni giorno da Salvo Sottile che si occupa di dar voce a chi ha subito truffe, dove dal mese di novembre 2017, durante la diretta di alcune puntate (per l’esattezza 10 puntate), lo chef ha spiegato  passo a passo le sue ricette,  tra le quali ricordiamo il pane fatto in casa, la pasta fresca e una torta di pane preparata con il pane raffermo, indicando il risparmio che si ottiene in termini economici cucinando in casa piuttosto che comprare lo stesso prodotto al supermercato.

Barbato, oltre che un bravo chef e giornalista, è un grande appassionato della musica. Ama cantare e ballare, infatti nel luglio 2018, in collaborazione con la brava cantautrice italiana Roberta Carrieri, ha inciso una canzone ironica e ballabile dal titolo “Amore alla Boscaiola”, con la quale sta ottenendo un grande successo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

cct2k utilizza cookie tecnici e di terze parti. Continuando la navigazione oppure scorrendo la pagina accetti la nostra cookie policy. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi