tasse

Le ruberie di Stato: L’imposta di bollo sui Conti Correnti

Tra le tante patrimoniali che paghiamo in Italia (sono oltre 27) c’è l’imposta di bollo sui conti correnti bancari.

Costa € 34,20 l’anno se siete persone fisiche o ben € 100 l’anno se siete società.

Introdotta da Tremonti (segnamocele queste cose!) nel 2011 ci viene addebitata dalla “Rapace Manina Elettronica del Fisco” nel momento in cui la nostra banca deve emettere l’estratto conto (obbligatorio per legge) trimestrale, semestrale o Annuale che sia.

Perché è una Tassa Patrimoniale? Perché va a tassare il semplice fatto di avere un conto corrente e quindi del denaro disponibile come se fosse una colpa.

A mio parere è l’ennesima ruberia di Stato, in quanto su ciò che risparmiamo in Banca abbiamo già pagato le tasse, quindi ci troviamo nella situazione in cui viene applicata più volte una tassa sulla stessa entità.

Ci sono delle esenzioni, ad esempio se il conto non supera i 5.000 euro l’imposta non si applica, ma questo non cambia la sostanza della mia polemica.

Se anche voi pensate che sia l’ennesima ruberia di stato vi chiedo di esprimere una vostra opinione nei commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.