Pai gow e sic bo, i giochi d’azzardo di origine asiatica amati anche nei casinò occidentali

Quando pensiamo ai tipici giochi che potremmo trovare in un casinò i primi a venirci in mente sono il poker, la roulette e, forse, il blackjack. Pochi conoscono invece alcuni dei giochi d’azzardo provenienti dall’Asia più amati anche dai casinò occidentali: il pai gow e il sic bo.

Il pai gow

A differenza dei giochi occidentali che spesso richiedono l’uso delle carte, il pai gow è giocato con trentadue tessere del domino, anche se di recente è nata una versione del poker ispirata a questo gioco detta pai gow poker. Le parole che formano il nome di questo gioco di origine cinese significano “fai nove” e sono un indizio sul funzionamento del pai gow stesso: il punteggio massimo raggiungibile in un turno, salvo alcune eccezioni, è infatti nove. I punti vengono calcolati sommando i puntini sulle due tessere del domino che i giocatori hanno in mano e sottraendo a questo numero i decimali. Un punteggio di venti diventerà così uno zero e un sedici sarà trasformato in sei.

Il valore delle combinazioni dipende inoltre dal tipo di tessere utilizzate per raggiungere un determinato punteggio: una mano in cui verranno giocate due tessere identiche vincerà automaticamente su una mano che ha fatto più punti con due tessere diverse. Fanno eccezione alle regole alcune tessere speciali dette gongs e wongs, che permettono di superare i nove punti, e gee joon, che funzionano come dei jolly che possono valere tre o sei punti. Il pai gow, che viene solitamente giocato contro il banco, ha avuto grande successo nel casinò di Macao e da lì si è diffuso nei principali casinò del mondo, in particolare in Nord America e in Australia.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Il sic bo

Anch’esso originario della Cina, il sic bo, traducibile come dado prezioso, è noto a Macao anche come dai siu, cioè alto e basso. Importato negli Stati Uniti nel XX secolo dagli immigrati cinesi, il sic bo negli anni ha inoltre ispirato la nascita di alcuni giochi, come il chuck-a-luck, di origine occidentale. Come il pai gow, anche il sic bo si è velocemente diffuso nei principali casinò nord americani, ma è anche molto amato in Regno Unito, in Nuova Zelanda e su internet, dove è possibile partecipare a partite digitali in tempo reale nei casinò live qui sempre più diffusi. Come si può dedurre dal suo nome, il sic bo è giocato con tre dadi a sei facce.

Lo scopo del gioco è quello di indovinare in che posizione si fermeranno i dadi ed è possibile fare scommesse molto specifiche, come “tutti i dadi avranno valore x”, o più generiche affermando ad esempio che il valore complessivo dei dadi sarà superiore o inferiore a undici. I giocatori del sic bo fanno così poco affidamento all’esperienza e all’arguzia e devono solo affidarsi alla sorte. Dipende da loro solo il tipo di scommessa e il rischio a cui andranno in contro: puntate più generiche hanno infatti quasi il 50% di possibilità di essere vincenti, mentre quelle più difficili non raggiungono l’1%.

Valide alternative ai giochi più conosciuti, il pai gow e il sic bo sono giochi d’azzardo di origine cinese che, sempre più amati dai giocatori di tutto il mondo, si sono velocemente diffusi nei casinò fisici e digitali.